GESU’ PIANGE DI GIOIA

                                                                                        

Aiutami!

Non si sgomenti il tuo cuoricino, se ti dico che io, Gesù, piango, piango di gioia per voi che stasera vi radunerete per incontrarvi con me, per lodarmi e benedirmi.

Che posso dirti? Che io vi amo tutti, uno per uno, nessuno escluso (ag292).

 Il tuo Gesù piange per coloro che tu non hai amato, hai fatto soffrire, hai  ingannato, hai vilipeso, aggredito.

Tu puoi fare qualcosa per il tuo Gesù che soffre per questo. Puoi riparare, facendo poco a poco ciò che non hai fatto, perché non hai potuto e non hai saputo.

 

Quando incontri qualcuno, chiunque esso sia, per la strada e a casa, trattalo così come avresti dovuto fare e non hai fatto, con verità, con amore, lealtà.

Non temere, se dovrai cominciare tutto daccapo. Io sono con te. A nessuno nuoce rifare la via percorsa e ritornare indietro per correggere ciò che c’è di sbagliato.

Non importa se alcune persone della tua vita non ci sono più o non ti sono vicine, perché non ti amano più! Rifai lo stesso il cammino all’indietro.

Volgiti agli altri, quelli che sono più in là e che sempre tu incontrerai.

Per te è iniziata una nuova vita, una vita improntata all’amore, alla carità, alla verità.

Non tralasciar nulla di incustodito e di inadempiuto, perché il tuo Dio adesso è con te.

O creatura mia, partorita  dal mio seno, se tu sapessi quanto io t’amo! Non ti scoraggeresti punto, ma saresti veramente raggiante per quello che ti dico, perché ciò che ti dico è perché ti amo.

Amen.

Gesù (ag295).

 Aiutami! Salvami!

Sì, sono io che ho a te dette queste parole, perché Gesù è in questi fratelli sofferenti ed aspetta il tuo aiuto, la tua salvezza.

 Ricordati di me ogni qualvolta incontri i fratelli. Io sono sempre in loro, in ciascuno di essi, siano buoni o meno buoni, tutto e in tutti.

Santificati, amandomi in loro.

Questo è ciò che ti chiedo, ciò che tu farai per me.

Non ci sono altre vie di santificazione, non ne conosco altre.

Stai in mezzo a loro, ascoltandoli, aiutandoli, convincendoli, ammaestrandoli, come se fossi io stesso.

 Non puoi amare il tuo Gesù, se non amerai loro in me. Tutti loro sono in me.

Perciò, amali, per amare me.

Tu non puoi conservarti per me, senza donarti a loro.

Prega perché questo accada sempre e con chiunque, con chi ti ama e con chi non ti ama, con chi ti (ag294) stima e con chi non ti apprezza, con chi ti  piace e con chi no.

Con tutti, perché tutti sono in me e in tutti sono io (Da Vox.

 Socchiudi gli occhi e a me alza le tue mani, in un’offerta al Padre di tutta te stessa come olocausto per tutti questi tuoi fratelli lontani o vicini che tanto bisogno hanno di te.

Offriti per loro, con loro e sii la mia piccola ostia, smarrita nella sua nullità, ma mia.

Tu non devi volere, né fare nulla che non sia nella mia santa e divina volontà (ag294).

 Sia la preghiera un balsamo lieve per le vostre ferite, un unguento per le vostre piaghe (ag292).

(Da Vox 21191Ag Ms)