46. – Intenzioni di preghiera.

Del 26 ottobre 1989.

 

Tu sei per me l’albero della benevolenza, dell’amore, della misericordia.

 

O figlia mia, ti benedico nel nome del Padre, del Figlio e dello Spirito. Amen.

La pace sia con te.

Oggi portami coloro che soffrono: calunnie, offese, mortificazioni, azioni nefande, ignominie.

Portami i duri di cuore, gli afflitti, gli abbandonati, i derelitti, gli angustiati, gli accattoni.

Tutti costoro siano i prediletti per il tuo cuore.

Manifestami la loro bontà nella misura in cui tu amerai. Ingiungi al tuo cuore di amarli, amarli fino alla fine.

Né inverecondia, né stupro, né incetta siano per te oggetto di offesa, ma solo di grande misericordia.

Denuncia al mio cuore le loro sofferenze e santificali in Me.

Tu sei per Me, o piccola ostia, l’albero della benevolenza, dell’amore, della misericordia.

 

 

Non accogliere altra preghiera che non sia questa.

Amen.

Il tuo Gesù (Ag6).

 

…………….

 

47. – Indicazioni sul comportamento.

 

(26 ottobre 1989.)

 

* Nulla devi attendere. Che vengano a chiedertelo.

Amen.

 

* Devo dirti che oggi non sono contento di te, perché non mi hai custodito come avrei voluto. Ti sei distratta, hai tentato di (ag6) indossare abiti diversi da quelli promessi. Perché?

Quando fai così è come se ti pentissi di ciò che hai promesso.

Ascolta. La tua perseveranza decide se tu veramente ami o no.

Tutti siamo capaci di promettere grandi cose e poi ci pentiamo. Ma solo chi persiste, quegli è veramente convinto di ciò che fa.

Perciò, figlia mia, sii perseverante nel tuo lungo cammino e sii capace di credermi di più, di ascoltarmi di più, di restare con Me maggior tempo.

Non avere fede nelle tue opere, ma nelle Mie che ti amo e provvedo a Te, come a nessun altro.

La tua preghiera ti vivifica e ti rende a Me vicina, a Me sottomessa, a Me congenita.

Non dubitare, o figlia, sono proprio Io, il tuo Gesù.

 

…………….

 

48. – Il tuo cuore e la tua mente.

 

Consola il mio cuore, o Gesù.

 

* No, figlia mia, il tuo cuore è bello, docile, mansueto, affettuoso, generoso, capace di annichilirsi.

E’ la tua mente che va ancora imbrigliata.

Ancora non ci sei con la tua mente. Chissà perché! Mille volte vaghi lontano da Me. Ma non lo sai che Io sono con Te? che Io sono in te?

Perché esser fuori da te? Rimani dentro te e sarai pure in Me. Il tuo Gesù.

Amen (ag7).