«Pace a voi.

Sia pace nei vostri cuori, pace nelle vostre menti, pace nel vostro io interiore.

Sono venuto a portare la pace nel mondo. E come vorrei che questa pace fosse già esistente, almeno in questo luogo, dove ho predicato per tanti anni! La mia pace è frutto di consapevolezza dei propri peccati e di totale affidamento alla Misericordia di Dio. E questa pace non si compra con fatti o avvenimenti esterni, ma con la completa disponibilità del proprio cuore alla divina Parola.

 

 Il mio messaggio di pace si fonde con la vostra speranza di accogliere nel vostro cuore totalmente la Misericordia che il Padre manda ogni giorno tramite la sua Parola. E questo messaggio ha bisogno di sostenersi e di evincersi attraverso la vostra disponibilità e attraverso il vostro buon cuore nei riguardi di tutti coloro che vivono nella assurda dipendenza di Satana, o nella incompleta volontà di Dio.

 Per questo vi chiedo di essere misericordiosi verso tutti e verso tutto.

Siate misericordiosi verso i poveri di Dio.

Per poveri intendo quelli che vivono nel peccato, nella miseria spirituale e morale, nella incandescenza di Satana e soprattutto nella violenza.

 Siate misericordiosi per coloro che vi hanno offeso, umiliato, maltrattato, percorso e bestemmiato.

 Siate misericordiosi con quanti hanno disturbato la vostra vita terrena, causando in voi perplessità, disagi e sconvenienze.

 Siate misericordiosi verso i ricchi, quelli che insuperbiscono a causa del denaro e delle loro posizioni intraprendenti.

 Siate misericordiosi verso tutti gli affamati di pane e di vino.

 Siate, insomma, misericordiosi sempre, in ogni istante.

 Il vostro carisma è la Misericordia. E, perché voi possiate essere misericordiosi, imparate a perdonare chi vi sta accanto, chi non comprende il vostro gesto, chi si affida, più che al Signore, alla violenza di Satana.

 Siate misericordiosi con chi si inasprisce contro di voi. E siate misericordiosi anche verso coloro che, non comprendendo il vostro gesto, si irrigidiscono e presumono di giudicarvi.

 Siate misericordiosi, insomma, verso tutti coloro che causano in voi afflizione, sgomento e danno.

 La Misericordia non guarda in faccia a nessuno, ma è sempre pronta a perdonare, a scusare e a rendersi utile, perché l'altro possa cominciare a comprendere.