5. - L’AMORE DEL FIGLIO.

 

Io, Gesù di misericordia, a voi, o miei diletti figli.

La pace sia con voi e con il vostro spirito ora e sempre.

 

Io sono la Pace, la Pace che il mondo cerca e che non riesce a trovare, perché il mondo non è un dio.

Oggi Io vi parlerò dell’amore del Figlio.

 

Il Figlio è Dio, il Figlio Unigenito Gesù Cristo, nato dal Padre, da Lui generato prima di tutti i secoli.

La sua clemenza e la sua benignità suprema: questo è il Figlio Suo Gesù Cristo, nato da donna, da Maria Vergine, e in Lei generato per virtù dello Spirito Santo Paraclito.

 

Siate benedetti, o figli miei carissimi, perché in voi si realizza il Mio unico Fine: fare del mondo l’eterna Mia salvezza.

 

 

Sappiate, o miei diletti figli e figlie, che niuno al mondo è da Dio, se non tramite il Figlio e niuno è del Figlio se non tramite il Padre e che solo tramite essi si realizza quell’Unità che è lo Spirito Santo Paraclito.

 

 

L’amore del Figlio.

 

Voi, o miei diletti, sapete che cos’è il Figlio, nato da Maria Vergine, tramite lo Spirito Santo, ma non sapete cos’è il suo amore.

Il suo amore è infinito, immenso, straordinario. Al di sopra di esso nulla esiste né di più grande, né di più vero.

 

Io, Gesù, sono l’Amore, l’Amore del Padre e dello Spirito Santo, che genera in Me questo Amore.

L’Amore del Padre è nel Figlio. L’Amore del Figlio è nel Padre e in entrambi vive lo Spirito dell’Uno e dell’Altro.

Questo Amore è sì grande e sì beato, che a nessun mortale può essere rivelato tutto per intero che non passi attraverso l’acqua lustrale del Divino Spirito, un’acqua pura e santa generata in ognuno di voi, tramite il Battesimo e poi costantemente mantenuta tramite il Sangue dell’Agnello.

Chi viene a Me sarà lustrato.

 

Io sono l’Agnello di Dio che toglie i peccati del mondo.

Venite a Me, o voi affaticati e oppressi, ed Io vi ristorerò.

Venite a Me, o voi che soffrite, ed io vi consolerò.

Venite a Me, o voi che piangete, e io asciugherò il vostro pianto. Le vostre lacrime come stille di rugiada cadranno una ad una sul Mio Cuore e là germoglieranno per non più morire.

 

Io, Gesù di Misericordia, vi benedico nel nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo.

Amen.

Io, Gesù di Misericordia.

 

Pregate, pregate, pregate.

E tu, o figlia, offriti al Padre per coloro che piangono, per quelli che non credono, per quelli che soffrono.

Sia in te lo Spirito del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo.

Amen.

 

Al Padre devi mostrare tutti i tuoi scritti, perché finalmente egli veda e sappia.

Amen.

Non temere, Io sono con te.

Gesù di Misericordia.