34. - IL ROSARIO.

 

0035. - Dopo la preghiera

 

Io, Gesù di Misericordia, vi benedico, o figlie mie dilette, e vi dico grazie per la preghiera che voi avete mantenuta dinanzi al Padre, al Figlio e allo Spirito Santo.

 

La sorella … ha avuto il dono di una visione. Ha visto me inginocchiato in preghiera con accanto la diletta mia Madre. E in un secondo momento mi ha visto sulla croce e ai piedi della croce una suora orante per tutti i fratelli che sono nel peccato.
La suora rappresentata ai piedi della croce è la sorella che parla, …

 

La sorella vive già in uno stato … monacale, poiché essa non si concede più che nulla tranne che un poco di cibo che per la verità, in questi ultimi tempi, è diventato più abbondante. Ma la sorella al più presto inizierà un rigoroso digiuno, che finirà nel giorno di Pasqua.

Alla sorella che parla io dò in modo particolare la mia benedizione, pregandola di iniziare al più presto il digiuno per la settimana santa che già è in corso.

A lei chiedo di digiunare in questo modo.

 

Digiuno del pensiero.

 

Non dovrà assolutamente pensare, dovrà fare rinunzia totale del pensiero così come ha rinunciato al suo cuore, legandolo definitivamente a me, così dovrà imparare a fare rinunzia al suo pensiero legandolo intimamente e totalmente a me.

 

 

Digiuno della volontà.

 

Oltre a questo dovrà rinunziare a ogni forma di sua volontà. Perciò dovrà essere felice di compiere non solo ciò che il Padre a lei chiede, ma ciò che le chiedono le sorelle, che in questo caso sono G. e Co. a lei più vicina. E insieme alle sorelle gli altri, a cominciare dal figlio.

 

 

Digiuno di ogni diletto.

 

Alla sorella che parla è chiesto poi di digiunare ogni forma di diletto compresa la televisione, tranne che essa non sia mezzo e strumento di meditazione nel caso in cui vengono trasmesse opere o commedie relative alla santa croce.

 

 

Digiuno di cibo e bevanda.

 

L’altro digiuno sarà quello dal cibo e da ogni bevanda.

A cominciare da questa sera la sorella si asterrà, tornando dalla Messa, da ogni cibo e da ogni bevanda fino a domani mattina.

Domani mattina potrà sorbire un po’ di bevanda, latte o tè, e poi digiunare fino alla sera dopo che torna dalla Messa. Allora potrà mangiare, limitandosi però solo al pane come ha fatto già oggi, però non con qualche condimento anche semplice, ma pane semplice senza alcuna altra cosa. E questo è per tutta la settimana.

Poi nei giorni del venerdì e sabato dovrà digiunare totalmente anche dal pane e limitarsi a bere solo qualche goccia di latte o di brodo caldo.

 

 

La preghiera all’ammalata.

 

Per quanto riguarda la preghiera alla cara malata, che la sorella … insistentemente mi chiede, lei può andare alla preghiera, così presentandosi all’ammalata e chiedendo di permettergli di fare una preghiera sulla sua spalla malata.

 

 

Guarirà da pleurite.

 

La signora guarirà poiché non ha niente di tutto ciò che dicono i medici. La signora è semplicemente affetta di una gravissima forma di pleurite.

La mia preghiera servirà a guarirla.

Perciò si affretti a recarsi da lei e a farsi ricevere.

Non hanno senso i discorsi umani, né le parole. Di fronte a Dio non ha senso alcun colloquio umano.

 

 

Sequela.

 

Voi, o siete da me o siete degli uomini, o seguite me o seguite gli uomini.

Se seguite me chiudete gli occhi e le orecchie su tutto ciò che viene detto intorno a voi.

Amen.

 

Ora, o sorelline carissime, io vi benedico nel nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo e vi dico: Non temete poiché io sono in mezzo a voi. Sono in voi e sono con voi.

La pace del Signore nostro Gesù Cristo sia in ciascuno di voi e con voi rimanga sempre.

Amen.

Io, Gesù di Misericordia.

Nel nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo.

Amen.