Print
Category: Le fonti
Hits: 1350

COMUNITA’ DELLA DIVINA MISERICORDIA COME L’HA VOLUTA IL SIGNORE

 

1 - Preghiera per l'incontro con la Chiesa

«Gesù dolce, dolcissima Madre, chiediamo a voi, che siete nel cielo e camminate accanto agli uomini di buona volontà, la guida per compiere questo incerto cammino, per la difficoltà enorme, che è data all’uomo qui sulla terra, come unico segno di obbedienza alla volontà di Dio, lui che è buono e santo e che utilizza la volontà degli uomini nonostante le difficoltà e le numerose mancanze.

Noi chiediamo a te, o Madre, in questo giorno benedetto, di farti interprete nostra presso l’altare di Dio tramite il Figlio tuo Gesù. Chiediamo a te di aiutarci a conseguire quanto ha chiesto il Padre, perché la mia Chiesa possa essere anche la nostra casa, come segno di quella misericordia che Gesù ha voluto manifestare al mondo sin dai primi tempi della sua venuta qui sulla terra. Non violenza né contrasti, ma amabilità, sensibilità nuove, che cerchino di accostare i nostri cuori al cuore degli altri, perché tutti possano avere un rifugio di pace e di amore.

Noi ti presentiamo tutti i fratelli, sia quelli presenti che quelli assenti, tutti, tutti, perché tutti, nel loro cuore e nelle loro possibilità, hanno sempre cercato di seguire questa parola e accoglierla nel loro cuore e di ridire con essa le loro giornate e la loro esistenza.

O Madre, non dimenticarti di nessuno di noi, ma opera proprio per noi quella decisione che il Signore ha scelto, perché finalmente questo cammino abbia un segno tangibile nella Chiesa santa di Dio.

 

Noi ci dichiariamo disponibili ad accogliere la parola santa e a servire il nostro Signore sino alla fine dei nostri giorni.

Guidaci tu e proteggici tu, perché noi non conosciamo nulla di tutto ciò che è stato a noi detto, se non il fatto che Gesù è stato sempre con noi a proteggerci e a guidarci.

E così sia.

Per Gesù e Maria».

[Vox 161102L1, 11)

2  - COMPITO DELLA DIVINA MISERICORDIA.

Quale è il compito di questa Comunità della Divina Misericordia? E so che non si può subito imporre la propria volontà al primo venuto. Bisogna prima farne parte. Abitualmente si dice: se tu vuoi costruire o distruggere una Comunità ecclesiale e non, o vuoi costruirla secondo certi criteri, la prima cosa che devi fare è quella di entrare a farne parte. Dal di dentro poi si può costruire o distruggere. Quando una persona viene da fuori e inizia a partecipare agli incontri di qualsiasi tipo di Gruppo o Comunità, non può da subito fare progetti di ricostruzione o di ordinamento, PERCHE’ ognuno dei partecipanti si mette subito alle difesa di ciò che ha, alle difese del suo patrimonio acquisito, negli anni. QUINDI non si può concludere niente. Bisogna ascoltare molto, conoscere bene quale è la situazione locale e la mentalità dei partecipanti. E poi! E poi qualche parola di costruttivo si può anche aggiungere! Quando, invece, si crea da subito una trincea tra chi entra e chi è vecchio del gruppo o della Comunità, si fa semplicemente danno per sé e per gli altri. QUINDI STIAMO ATTENTI A PARLARE, A PROPORRE, A FARE, A PRENDERE INIZIATIVE DI QUALSIASI GENERE! Chi viene da fuori puo’ avere delle belle idee, ma prima deve entrare a far parte del gruppo o della Comunità nella maniera dell’ascolto. Se ci sono valori e si vuole contribuire allora si diventa BENVENUTI e BEN ACCOLTI. Il nostro grave problema umano è quello di subito imporre il proprio modo di vedere e di fare. Anche se ci sono ideee stupende, devono potere essere accolte dai vecchi del Gruppo o della Comunità. Non dobbiamo dimenticare però che la Comunità della Divina Misericordia, E’ COMUNITA’ DI ACCOGLIENZA! Ma se non ci si ascolta e non ci si accoglie nelle espressioni elementari di una vita comunitaria e fraterna, come possiamo pretendere di accogliere gli estranei e cedergli magari il proprio letto??? Siamo prudenti. Dal 1990 Gesù di Misericordia ha abbondantemente parlato, ha detto tutto ciò che desidera che noi facciamo, ha parlato tanto di accoglienza, ma, se tra noi vecchi, ci sono incomprensioni grosse, come facciamo ad allargare il senso dell’accoglienza??? Quindi, ora, iniziamo seriamente!

3 – PREGHIERA COSTANTE

Noi vi preghiamo dall'alto del cielo, di condurre una preghiera costante. Gli aerei di Arkida sono aerei senza bombe,perchè la loro proiezione è basata essenzialmente su proiezioni chimiche fastidiosissime, sconosciute al mondo. Sviluppate il vostro incontro attraverso una più mistica ascesa a Dio.

Costituite perciò un appello costante al Cuore Misericordioso di Cristo.

4 – APPARATO UNICO SICILIANO DELLA MISERICORDIA.

Pensavo che venissero i figli vostri ad accudire alla mia mensa. …

Dovete costruire insieme a me l'apparato unico, siciliano della Misericordia di Dio.

 5 – VOI SIETE LA CHIESA CAMMINANTE ...

 Sono bellissime queste parole di Gesù. Perché ignorarle?

Questa ruota di libere creature, che vanno e vengono, che si posano e si muovono, che corrono o rallentano, che si ammoniscono, ma si guardano, si ammirano, si amano perchè il Signore ha scelto loro. Voi sarete, dunque, queste stelline variopinte, come fiammelle nuove.

Voi siete la Chiesa camminante, ondulante, orante, pedalante a destra e a manca, di davanti e di dietro, perché non ci sia più un Pietro che, comandando, dica a tutti ciò che si dovrà fare. Lo straordinario dono dell’Eucaristia. Il nostro compito straordinario.

Una missionarietà nuova. E’ un compito straordinario.Lui ci ha adornati di questo straordinario dono che è l’Eucarestia. Ecco, questo è il compito di questa Missionarietà nuova.  Missionari di questa Parola santa. Offrite la vostra testimonianza.

 6 - ORA CHE SAPETE, COSA FARETE?

 Cosa farete, popolo Mio, quando questi castighi che IO ho ordinato si abbatteranno e voi non avrete più chiese dove sedervi o panche dove appoggiarvi? A chi vi rivolgerete quando i vostri portafogli di investimento si sgretoleranno, le vostre banche chiuderanno e non ci sarà più lavoro? Come nutrirete le vostre famiglie quando i vostri portafogli sono vuoti se voi non Mi conoscete? Cosa farete?

7 - I CIRENEI NELLA SOFFERENZA E NEL DOLORE.

 Ora vengo per chiedervi asilo.

Ospitatemi. Ricevetemi nel (mio) vostro cuore. Soffrite con me. Adagiatemi nel vostro grembo. Gli altri, coloro che vivono fuori, che preferiscono andare per le strade, costoro sono i fratelli da salvare, quelli verso i quali io vi mando, quelli ai quali chiedo di porgere le vostre braccia in un abbraccio fraterno. Non indurite il cuore, ma apritelo, apritelo fortemente, strenuamente al dolore. Non lamentatevi se ancora attendete. Non lamentatevi se ancora avete motivo di dubitare sulle grazie richieste. E’ un modo strano il mio amore per gli altri.Il dolore variopinto delle cose del mondo è un dolore fatuo, un dolore non fertile, un dolore senza niente, un dolore che va da sé così, partorito da lacrime umane, destinato a morire fra le cose umane. Voi siete il mio Vangelo vivente, la lampada accesa, il sale, animatori di un mondo nuovo, portatori di una duplice sapienza, quella divina calata nella umana. Additate soltanto il mio cuore. Additate soltanto il mio amplesso. Additate soltanto la mia sofferenza. Siete gli amici miei terreni. Siete i miei seguaci. Siete i miei amanti. Siete i miei soavissimi compagni di viaggio, ondulanti con me, oscillanti fra la gioia e il dolore. Queste parole soavi che io affido a voi ogni volta, venendo in mezzo a voi, siano per voi sapienza, verità e lume, lume di gioia, lume di condiscendenza, lume di fratellanza, lume di benevolenza. Condurre la mia parola altrove, portarla agli ammalati, ai soffocati, ai carcerati, ai violentati; portarla con dolcezza e amorevolezza a tutte le donne, mamme e non mamme, soavissime compagne dell’uomo di oggi; Attesi soltanto che il Padre mi dicessi vai ed andai. Presi la croce e la portai dove voi sapete, rimanendo inchiodato lì, perché così voleva il Padre. Ho condotto in mezzo a voi la Madre mia, Maria, perché fosse lei a costituire tra voi la prima comunità di Chiesa ambulante, portatrice cioè di un messaggio di vita e di amore, il messaggio di Gesù misericordioso, il messaggio di colui che ha il cuore trafitto e per amore. E’ questa parola, che io vi dono, che affido alle vostre orecchie. Voglio che ogni peccatore senta in me l’aiuto necessario per redimersi. Perché l’uomo si trascina rasente il fossato e non comprende?

E’ questa comunità che io sposo nell’amore del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo. E’ la comunità a cui chiede di andare e di portare, ovunque la si richiederà, la mia parola. Io chiedo che gli uomini di oggi e di domani sappiano appartenermi. Nessuno è più Gesù sulla terra. I cirenei nella sofferenza e nel dolore. (Leggi tutto).

8 – IO, PAROLA ETERNA, COMUNICO IN QUESTO MODO.

«Perché ho scelto questa maniera per parlare agli uomini? Perché negli uomini esiste la parola. Ed io, che sono Parola eterna, comunico con l’uomo attraverso essa. Manifestandomi all’uomo, parlo e, parlando, invoco la sua partecipazione alla comunione divina, alla santità di Dio e di tutto il cielo stellato.

Ecco perché parlo, perché gli uomini possano comprendere, perché gli uomini possano capire, perché gli uomini possano seguire.

Il cielo è luce. L’uomo non conosce questa luce. Bisogna che la conosca, bisogna che la prenda con sé, bisogna che la faccia sua per ereditare il regno santo di Dio.

Vengo, perciò, e porto questa luce.

Vengo, perciò, e parlo.

Vengo, perciò, e dico tutto ciò che occorre sapere, prendere, capire, per potere finalmente risiedere per sempre nel regno molecolare della luce santa di Dio.

Addio.

E’ così che mi presento, uomo fra uomini, debole, semplice, uomo fra tutti coloro che, insieme a me, vogliono risplendere nel cielo di Dio.

Addio.

E’ così che mi presento, con uno stuolo semplice di angeli, portatori di pace e di carità.

Addio.

Gesù è il Signore.

Gesù è l’amore» (Da VX-Notturno 030520AN-10).

9 – COSTITUZIONE DELLA PICCOLA COMUNITA’ (090311 VX).

Noi non siamo ancora perfetti e neanche quelli che stanno accanto a noi.

Costruire e amare la nostra Comunità della Misericordia. Non un gruppo di preghiera, ma Comunità di accoglienza. LA PROPOSTA DI GESU’. Ho costituito una piccola comunità, di condivisione fraterna con tutti. La Voce si è astenuta dalle complicanze a carattere apocalittico, perché non ho mai voluto esprimere né condurre avanti, discorsi come quelli che sono stai pubblicati altrove e che sono stati anche manomessi a scopo allarmistico; … anche dalla Chiesa. … E’ il flagello di Dio che si abbatte sull’umanità. Voi siete stati i primi ai quali, sono stati dati gli annunci del terribile, violentissimo scontro finale, che voi in parte vedrete e che osserverete. Pietro dunque continuerà a sopravvivere attraverso i marosi e gli sbarchi. L’Ostia, la Mia Ostia sarà il segno della ricostruzione nuova. Nessuno dovrà abbattere l’Ostia, ma ci saranno uomini e donne, chiamati ad istituzionalizzarla all’interno delle case, lungo i corridoi degli ospedali. Compilate le schede necessarie che dovranno essere offerte, distribuite in maniera assortita, ai fratelli provenienti dal continente africano. Nella vostra comunità ci sono molte cose da sistemare, da aggiustare, da convertire. Giuseppe lo sposo di Maria. Molti uomini la ignorano e molti uomini dichiarano di essere cristiani, ma di non frequentare la Chiesa. (Leggi tutto).

10 – LETTURA PROTETTA.

E’ uno strumento utile per leggere determinate cose, per compiere delicate azioni di carattere spirituale. Si tratta di formulette necessarie per togliere la comunicazione agli spiriti, specialmente quando si vuole prendere una decisione spirituale di una certa importanza, un momento di preghiera, un aiuto a persone spiritualmente bisognose, primA di fare preghiere di liberazione, da soli o in gruppo, ecc

 11 – LEZIONE DI VITA SPIRITUALE (301098 VX).

La volontà dell'uomo contro la volontà di Dio. Chiesa e pastore. Confessione e direzione spirituale. Una piccola lezione di vita spirituale. La metodologia da loro stessi a voi illustrata serve a farvi comprendere quanto sia potente l’azione dell’uomo sull’azione di Dio. Dio è infinitamente e straordinariamente immenso, potentissimo al di sopra di tutte le potenze esistenti nell’universo, ma l’uomo lo è ancora di più con la sua imperiosa volontà di resistergli. Avete una Chiesa. E’ molto interessante questa lezione di vita spirituale. Approfittiamo per farla nostra. (Leggi tutto).

 12 – GESU’ NON VIOLENTA GLI UOMINI.

 Non-violento-gli-uomini Gesù 080696

Ecco come si manifesta l’amore di Dio verso gli uomini. Ci ha donato il dono deLla libertà e non interferisce nelle azioni degli uomini. E’ molto interessante questo atteggiamento di Gesù nella vita nostra. Facciamone tesoro. (Leggi tutto).

13 – CARISMA DELLA MISERICORDIA.

Il carisma dell’Opera della divina Misericordia. Cenacoli di preghiera e comunità oranti. Cosa dovrà compiere la Comunità. Abbisognano vittime all’altare del Padre. Novembre 1998.

E’ il pensiero di Gesù di Misericordia, un bel pensiero che deve diventare per noi un modo di vivere. E smettiamola di dire: Ma cosa vuole il Signore da noi? 1998. IL CARISMA DELLA «OPERA DELLA DIVINA MISERICORDIA». E LA PRIMA ACCOGLIENZA DEVE ESSERE NEI RIGUARDI DI TUTTI. Preghiera a Gesù di Misericordia. «La Comunità non può fare a meno di innalzare alle ore tre, da qualunque luogo, la propria preghiera. «Io voglio costituire la mia Chiesa su nuove fondamenta. Io chiedo una comunità di vita, una comunità nella quale l’amore sia al centro di essa. Voglio che quest’amore, sia al centro di tale comunità. Eravamo laici come voi, non del clero, non sacerdoti. La comunità, perciò, si reca su uomini e donne capaci, che siano sostenitori della croce di Cristo. Cosa dovrà compiere la comunità. L'Opera della Misericordia è una strada nuova. Il carisma della Misericordia. Il vostro carisma è la Misericordia. Regolamento del cenacolo. Lasciate perdere tutto e seguite. Comunità di amore e di fratellanza.Opere delle nuove Comunità. Organizzazione delle Comunità. Importanza della preghiera. Preghiera finale. Una preghiera sottile, semplice, unica. Al Padre abbisognano vittime al suo altare. Questa è la preghiera alla Misericordia. Una comunità del Duemila. (Leggi tutto).

14 – NON DIMENTICHIAMO L’ORIGLIARE DI SATANA.

Attenzione particolare per l’Origliare di Satana

 15 - PIANO MASSONICO PER DISTRUGGERE LA CHIESA.

 Piano-Massonico per-distruggere-la-Chiesa

IL PIANO MASSONICO E’ VIVO E VEGETO OGGI!

Leggere attentamente tutto per capire meglio ciò che sta accadendo in mezzo a noi e nella Chiesa.

16 – LA SAPIENZA DI DIO E QUELLA DEL MONDO 071017B.

 

Sapienza-di-Dio e del-mondo

Non essere così semplici da non distinguere ciò che viene da Dio e ciò che viene dal mondo. (Leggi tutto).

17 – L’ESIGENZA DI CAMBIARE DA SUBITO.

 Sconvolgere-gli-schemi VX191202LC VX

Bisogna sconvolgere gli schemi e trascinare altrove le folle che vivono nell’orrore, nell’odio, nella disperazione. Vi dissi: Aspettatemi. Io ritorno e tornerò, nel giorno stabilito, in mezzo a tutti coloro che mi hanno atteso e che hanno saputo con calma, con santa pacificazione, fare risplendere l’astro della vita eterna lassù nel cielo del vicino Oriente, dove, insieme alla Madre mia, ho posto il mio piede. (Leggi tutto).

18 -  DIFENDETEMI DA VOI STESSI.

 Perciò difendetemi. Difendetemi da voi stessi, dal peccato, dalle cose che aborriscono l’amore di Dio e conducetemi sempre per mano, poiché io ho bisogno di voi, come voi di me. Sì, ho bisogno di voi per parlare, per amare, per dire a tutti che sono l’amore della vita, la vita eterna, la vita di sempre, quella che non marcisce, quella che eternamente vivrà nell’alto dei cieli.

Amen.

19 – INIZIATE QUESTA PREGHIERA.

 Vi benedico come sempre, nel nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo.

Sono con voi e per voi. Sono venuto qui per adorare, insieme a voi, la santità del Padre.

Amen.

 Ora, perciò, iniziate questa preghiera solitaria, attenta, digiunando in tutte le vostre parti il corpo e della mente e dello spirito, perché ogni cosa sia posta al suo giusto luogo.

Riparate nel santissimo tabernacolo del Figlio mio e imparate a tacere, seguendo l’ordinamento intimo del francescanesimo che qui è presente.

(Da Documenti VX, R040197L/A,26.17.).