Omelie a cura di Don Marco Pedron

The Gospel of the Sunday homily, followed by.
 

 

 

Domenica 10 gennaio 2021

Dal vangelo secondo Marco 1, 7-11

1,7E proclamava: «Viene dopo di me colui che è più forte di me: io non sono degno di chinarmi per slegare i lacci dei suoi sandali. 8Io vi ho battezzato con acqua, ma egli vi battezzerà in Spirito Santo».

9Ed ecco, in quei giorni, Gesù venne da Nàzaret di Galilea e fu battezzato nel Giordano da Giovanni. 10E, subito, uscendo dall’acqua, vide aprirsi i cieli e lo Spirito discendere sopra di lui come una colomba. 11E venne una voce dal cielo: «Tu sei il Figlio mio, l’amato: in te ho posto il mio compiacimento».

Parola del Signore

                                                                                         El Bautismo del Señor: la Carta de Presentación de Dios - Santoral - COPE

1,7E proclamava: «Viene dopo di me colui che è più forte di me: io non sono degno di chinarmi per slegare i lacci dei suoi sandali. 8Io vi ho battezzato con acqua, ma egli vi battezzerà in Spirito Santo».

Il vangelo di Mc inizia con Giovanni Battista che battezza. Il suo è un battesimo di conversione (Mc 1,4). Conversione, metanoia in greco, indica letteralmente un cambiamento di mentalità e di valori. Il battesimo del Battista è un segno: “Con il battesimo vi tolgo il passato sbagliato, i peccati, ma voi dovete cambiare vita, mentalità e modo di pensare”, altrimenti non serve a niente.

Prova a dire ad una persona: “Se tu continui a fare così, tuo figlio non diverrà mai autonomo, adulto. Se tu continui a trattarlo da bambino, creerai un disabile psichico nel futuro”. Le persone vi diranno: “Fatti gli affari tuoi!; chi sei tu per darci consigli; tu parli perché non hai figli; io lo amo”.

Prova a dire ad una persona: “Guarda che il Gesù del vangelo non è proprio così”. Ti dirà: “E chi sei tu per dirci questo? A me hanno insegnato così! Ma allora non è vero niente! Impossibile”.

Prova a dire ad una persona: “Guarda che la tua vita è così infelice perché ciò che tu credi la rende infelice”. Ti dirà: “Non è vero!; io faccio il meglio!; è il mondo cattivo; io mi voglio bene (!); ecc.”.

E’ difficile convertirsi, cambiare pensieri, modo di vivere e d’agire.

Einstein diceva: “E’ più facile spezzare l’atomo che le credenze di un uomo”.

A Padova vive un uomo che batte le mani ogni dieci secondi. Interrogato sul perché di questo strano comportamento risponde: “Per scacciare gli elefanti”. “Elefanti? Ma qui non ci sono elefanti”. E lui: “Appunto!”.

Una vecchia zitella che abita in riva al fiume chiama la polizia per avvertire che davanti a casa sua alcuni ragazzi fanno il bagno nudi. L’ispettore manda sul posto uno dei suoi uomini, che ordina ai ragazzacci di andare a nuotare più in là dove non ci sono case. Il giorno seguente la donna telefona di nuovo: “I ragazzi si vedono ancora!”. Il poliziotto torna e li fa allontanare di più. Il giorno seguente la donna chiama ancora: “Dalla finestra della mia soffitta, con il cannocchiale, li posso ancora vedere!”.

Il battesimo di Giovanni Battista (che non è quello di Gesù) è: “Vi tolgo i peccati; ma voi cambiate, altrimenti li rifarete e non serve a niente”. E’ un lavaggio, una purificazione, un bagno, non per niente viene fatto nel Giordano! “Ma se poi voi vi sporcate ancora”, dice il Battista: allora tanto vale la pena!