La Voce Locuzioni


    

L’URAGANO E LA SOFFERENZA.

LE VOLONTA’ DI GESU’.

LA VISITAZIONE.

IL VECCHIO E IL NUOVO ISRAELE.

LA BONTA’ DEL PADRE DEI TEMPI NUOVI.

IL NUOVO PAPA.

 

 

 

020395LS

 

  1. - L’uragano. La sofferenza.

 

2 Marzo 1995

 

La pace del Signore Iddio si posi su ciascuno di voi.

Vi benedico, o figli della Misericordia del Padre.

 

Sono Gesù, Gesù di Misericordia.

Torno in mezzo a voi, sono vivo e vero, sono venuto presenziare alla vostra burrascosa discussione, nella quale anch’io voglio dire la mia, ed è giusto che così sia, perché io sono il fautore, l’artefice di tutto il passato di cui voi rimpiangete ogni particolare. Ed è bene che io, in questo momento, così amaro, così triste, così sofferente, possa prendere parte, anche da lontano, a una conversazione, nella quale manca, purtroppo, l’adesione.

È giusto, o figli della Misericordia, ciò che voi dite, la sofferenza di essere lasciati soli.    

È giusto, o figlie della Misericordia, ciò che voi pensate, Cristo Signore ci ha abbandonati.

È giusto, ancora, che voi lamentandovi diciate che volete assolutamente divincolarvi da uno stato di disinteresse e di disoccupazione. Ma vi dico che anche è giusto quanto sto per aggiungere, ed è questo, o figli miei adorati.

Il vostro cuore mi appartiene. E’ l’amore che io voglio inoculare in esso e nessuno di voi può amare, se prima non è capace di aspettare, aspettare soffrendo, aspettare amando, aspettare provando, verso coloro che sono andati via, la sofferenza tagliente, che distrugge il cuore, che abbassa tanto il nostro calore e che ci costringe a vivere nella solitudine, nell’amarezza e nella freddezza.

ATTENTI

AI SEGNI DEI TEMPI

 

DUEMILA = MM.

Le nostre povere mani

portano impresse

queste due M,

segno degli anni

della Misericordia

e della presenza costante

di Maria, Madre di Cristo

e madre nostra.

 

Propongo, in questo nuovo opuscolo, un momento di riflessione, per aiutarvi a mettere in pratica il messaggio della divina Misericordia.

Come potete vedere nel frontespizio c'è quanto basta per comprendere che stiamo entrando in un millennio del tutto nuovo, sebbene sia la prosecuzione naturale del millennio passato.

All'inizio di questo millennio trascorso, con le apparizioni di Fatima, Dio ci ha messo di fronte a una realtà spirituale indirizzata verso una strada sbagliata.

E' così che la Madonna, parlando ai Pastorelli, ha dato loro delle indicazioni per ritornare a Dio, come urgenza per tutti gli uomini, per evitare la guerra e la distruzione.

Maria ha indicato come strumento di salvezza e riparazione il santo Rosario. Ha inoltre insegnato ai piccoli di Fatima la giaculatoria quanto mai significativa: «O Gesù mio, perdona le nostre colpe, preservaci dal fuoco dell'inferno e porta in cielo tutte le anime, specialmente le più bisognose della tua Misericordia» (la Madonna di Fatima, 13 giugno 1917).

Con questa breve preghiera si invoca la Misericordia del Padre per le anime sante del Purgatorio, che magari sono dimenticate da tutti e, quindi, devono prolungare la loro sofferenza.

 

Il nuovo secolo, che porta il nome DUEMILA, nella lingua latina si segna graficamente con due «MM».

Cercando di interpretare il segno del tempo che stiamo vivendo, possiamo dire che entriamo negli anni della divina Misericordia e sotto la protezione e la guida di Maria Immacolata.

Sotto questo segno possiamo intravvedere la ristrutturazione di tutta quanta l'umanità, all'insegna della Misericordia del Padre, nel regno di pace, di amore e di Misericordia.

L'evento diventa più significativo pensando che, fin dall'inizio, creando l'uomo, Dio ha messo, nell'uomo stesso, il suo sigillo. E chiunque di noi può constatarlo, guardando nella propria mano, il segno della Misericordia di Dio, il tracciato cioè di una grande «M», a partire dal centro della Mano.

E, contemplando le due mani dell'uomo, abbiamo il segno di «MM», e cioé DUEMILA.

«Guardate il fico e tutte le piante; quando già germogliano, guardandoli capite da voi stessi che ormai l'estate è vicina. Così pure, quando voi vedrete accadere queste cose, sappiate che il regno di Dio è vicino» (Luca 21, 29-33).

 

Entrando nel nuovo millennio, sappiamo che il regno di Dio è alle porte, che l'intervento di Dio sarà quanto prima più manifesto, per dire a coloro che vivono da veri suoi figli, che è già pronto ad usare ancora la sua grande Misericordia, a favore dell'uomo che da lui si è allontanato.

Partendo proprio dal centro della nostra mano possiamo notare questa «M», come se fosse il marchio ricevuto fin dalla nascita per indicare la nostra appartenenza a Dio-Misericordia.

Cosa porterà questa coincidenza?

PASTORI CHE MI AIUTATE

A PASCOLARE IL MIO GREGGE,

AVVISATE IL MIO POPOLO!

 

Per questo, il firmamento vi farà conoscere l’arrivo del preludio dell’AvvertimentoVEDRETE UN GRANDE SEGNO NEL CIELO, non vi danneggerà fisicamente, anche se l’impatto sarà grande, perché nell’oscurità, il cielo si illuminerà come mai era successo e come mai lo avete visto. Gli uomini di tutto il mondo sentiranno, vedranno e vivranno in una grande incognita, sapendo che questi segni anticipano l’Avvertimento.

Messaggio del 25 Ottobre 2015 a Luz de Maria.

 E ORA COSA FARETE?

 

"Tutto sta per cambiare. Il mio popolo non è pronto. Ancora corre avanti ed indietro, cercando il piacere del mondo, seguendo il piacere del mondo, seguendo cose mondane ed ignorando Me e la Mia Santa Parola eccetto che la Domenica. La loro attenzione è sul mondo tutto l'altro tempo.

 

Cosa farete, popolo Mio, quando questi castighi che IO ho ordinato si abbatteranno e voi non avrete più chiese dove sedervi o panche dove appoggiarvi?

A chi vi rivolgerete quando i vostri portafogli di investimento si sgretoleranno, le vostre banche chiuderanno e non ci sarà più lavoro?

Come nutrirete le vostre famiglie quando i vostri portafogli sono vuoti se voi non Mi conoscete? Cosa farete?

 

Vi paragono alle vergini stolte perché non c'è olio nelle vostre lampade e non vi prendete del tempo per comprare l'olio di Me mentre ancora potete farlo. Pensate di poterlo fare dopo? No, la porta si sarà chiusa e voi sarete lasciati senza. La festa di matrimonio sarà iniziata e voi non sarete stati invitati.

IO dirò: Via da Me, perché non vi ho mai conosciuto, perché voi non vi siete presi del tempo in modo che IO potessi conoscervi venendo alla Mia Presenza. Come può chiunque conoscervi se voi non siete mai presso a lui?

 

Cosa farete allora? Può il mondo salvarvi?".

 

2Timoteo 3:1-8

Devi anche sapere che negli ultimi tempi verranno momenti difficili. Gli uomini saranno egoisti, amanti del denaro, vanitosi, orgogliosi, bestemmiatori, ribelli ai genitori, ingrati, senza religione, senza amore, sleali, maldicenti, intemperanti, intrattabili, nemici del bene, traditori, sfrontati, accecati dall'orgoglio, attaccati ai piaceri più che a Dio, con la parvenza della pietà, mentre ne hanno rinnegata la forza interiore.

Guardati bene da costoro! Al loro numero appartengono certi tali che entrano nelle case e accalappiano donnicciole cariche di peccati, mosse da passioni di ogni genere, che stanno sempre lì ad imparare, senza riuscire mai a giungere alla conoscenza della verità. Sull'esempio di Iannes e di Iambres che si opposero a Mosè, anche costoro si oppongono alla verità: uomini dalla mente corrotta e riprovati in materia di fede.

IL COMBATTIMENTO E’ IN ATTO!

SATANA HA LE ORE CONTATE!

 

------------------------------

COMUNICATO UFFICIALE RELATIVO AI MESSAGGI DI CARBONIA - COLLE DEL BUON PASTORE:

Sito di supporto: https://rivelazionidalcolledelbuonpastore.it/messaggi/

------------------------------

 

MESSAGGI DI CARBONIA - COLLE DEL BUON PASTORE

Vengo ad annunciarvi che è prossimo l'avvertimento! Tutto è ormai compiuto!

Carbonia 8 maggio 2018.

"Gesù nel suo Getsemani urla ai suoi figli fedeltà assoluta al Padre.

Amati figli, giunge l'ora più amara per la Chiesa, giungono le ore strazianti per questa Umanità priva di amore, perdutasi nelle cose di questo mondo, abbandonatasi alle mani di Satana.

Amati figli in verità in verità vi dico: abbiate pietà di voi stessi, studiate i Comandamenti di Dio, fatelo ora, in fretta, prima che si spenga il sole.

Caricatevi della croce, abbracciatela con amore e seguite le mie orme. Non ascoltate la voce del nemico, ... aprite i vostri orecchi alla voce di Dio che ancora vi urla la salvezza.

 

Sono triste, il mio Cuore gronda Sangue, ...ecco, le ore si tramutano in istanti, il tempo è giunto alla mia ora!

Carità e amore sempre per Colui che vi ha amati fino alla morte di croce per salvarvi.

Figlioli, abbandonatevi a Colui che ancora vi richiama a Sé per donarvi di Sé.

LA CONSACRAZIONE

AL CUORE MISERICORDIOSO DI GESU’.

LA PREGHIERA DI CONSACRAZIONE.

 

 

270490ag

 

pas270490 - venerdì - Consacrazione

 

Io, Gesù di Misericordia, a te vengo, o diletta figlia, e ti benedico nel nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo. Amen.

 

La pace sia con te ora e sempre.

Io, Gesù, giungo a te, o figlia, per benedirti e ringraziarti per ciò che tu fai per Me.

Ieri sera, o figlia, Mi hai donato il tuo corpo e tutta te stessa, perché Io vi trovassi un rifugio adatto al Mio dire.

Grazie, o figlia benedetta. E ti ringrazio ancora per ciò che farai oggi con i fratelli del Cenacolo del Venerdì.

 

 

Oggi tu sei così, piuttosto come assonnata, a causa di ieri sera, perché sei andata un po’ in trance, solo un poco. Le forze perciò ti hanno in gran parte abbandonata ed oggi ne risenti ancora di questo stato di prostrazione.

Non temere, perché tutto questo durerà ancora per poco. Un buon sonno, appena possibile, ti ristorerà.

 

Oggi digiuna, se puoi, fino alle 8 di stasera. Poi potrai mangiare.

Desidero che al più presto tu riprenda il digiuno integrale, perché necessita che tu ti affretti a camminare.

Ti aspettano giorni difficili per la tua vita spirituale, in cui dovrai combattere le tentazioni, il male che sovrasta tutti. A te si presenterà sotto forma umana del divertimento lecito, ma tu non desistere. Qualsiasi cosa chiedila a Me.

 

Circa la consacrazione al Mio Cuore Misericordioso, ecco quanto desidero.

Che vi consacriate tutti insieme, durante la preghiera che ora ti dettero, che stiate in ginocchio, tenendovi per mano. I piccoli stiano al centro del cerchio, intorno al santo e divino Sacerdote PA.

 

La preghiera sia questa:

 

O Gesù Misericordioso, il cui nobile Cuore contiene tutti i tesori della terra e del mondo intero, racchiudi in Te ognuno di noi, che a Te, o nostro Gesù, CI CONSACRIAMO.

Sii per noi il nostro Re, il nostro compagno, il nostro fedele Amico.

L’anima tua ci santifichi, o dolcissimo Signore.

Il Tuo Divino Spirito ci ispiri sempre il bene e verso il bene.

La tua luce ci illumini, la tua preghiera, o Gesù, ci assista ora e sempre.

 

Imprimi, o amorevolissimo Iddio, qui sulle nostre menti, qui sulle nostre labbra e qui sui nostri cuori il Tuo Santo Sigillo della Croce, eletta da Dio Padre a nostra umana salvezza. Amen.

Ora e sempre, o caro Gesù, noi Ti apparterremo, saremo araldi indefettibili del Tuo Amore, della Tua Bontà e della Tua eterna Misericordia.

Trasformaci, o Divino Gesù ed impera nei nostri cuori, ora e sempre. Amen”.